On the rocks

il mio #CRESAL

MALFIDATO COME SONO, un pensiero mi aveva attraversato la mente: “Se è tanto importante ed incerta, questa gara, perché Colantuono e Tesser mandano i sostituti?” Malfidato, appunto, che i due stavano regolarmente imboscati in Tribuna.
Tesissimi entrambi, più Colantuono però che stava a maniche corte.
A proposito, dice che allo “Zini” ieri faceva caldo abbastanza, se ne devono essere accorti pure nelle alte sfere che quest’anno le vacanze estive arrivano in anticipo. Pure a Salerno.
E come in un anno scolastico che volge al termine, rubano la scena i ripetenti che devono sventare un’altra bocciatura.

TRA QUESTI ZITO, che purtroppo si infortuna prima che gli venga posta la domanda a piacere.
E pure Rosina, preparatissimo dopo tante assenze più o meno giustificate.

Ma si sa che ci vuole altro per far scorrere brividi lungo la schiena. Ci prova, uno tra Monaco e Minala, ad aprire la famigerata finestra play-off. Prudentemente e rapidamente chiusa dopo 4′.

Ci si riprova, col penalty ciabattato da Kiyine e la ribattuta sulla quale Bocalon, dinanzi all’immensità della porta spalancata, canta come Don Backy (1).

LA RIPRESA? Niente, di spettacolo calcistico ne avevamo visto fin troppo. Sky ha mandato in onda la replica di “Fight Club” con Popescu al posto di Brad Pitt.

INTANTO, a 250 km. di distanza, Alfredo Donnarumma (pagato alla Salernitana, finora, ad occhio, 3000 euro a gol) raggiunge quota 20 gol. Per raggiungere questo numero (finora, ad occhio) la Salernitana deve mettere insieme i suoi migliori tre marcatori. Insieme a Caputo, il suddetto ne ha fatti, ad oggi, 43. Tutta la Salernitana, magazziniere compreso, ne ha messi dentro, ad oggi, 44.

TREDICESIMO POSTO, con la sapiente diluizione dei punti necessari alla salvezza, la Salernitana lascia Cremona. Una diluizione che assomiglia al whisky on the rocks che consumavamo al bar ai tempi miei.
Un cocktail buono per atteggiarsi, annacquato, che non corri il rischio di ubriacarti. Adesso la doppia in casa. Finalmente i co-patron pare si siano decisi a mettere in campo iniziative per incrementare l’afflusso degli Un lettino, una sdraio ed un ombrellone: 10 euro.

1. L’immensità – di don Backy vv. 14-15

Cremonese 1 Salernitana 1

Marcatori: 29’p.t. Minala (S) 33’p.t Canini (C)

CremoneseUjkani; Cinaglia, Canini, Marconi, Renzetti; Cinelli, Arini, Cavion; Piccolo (41’s.t. Scappini); Camara, Scamacca. In panchina: Ravaglia, D’Avino, Sbrissa, Pesce, Massari, Perrulli, Macek, Gomez, Massari. Allenatore: Tesser.
Salernitana (4-3-1-2): Radunovic; Casasola, Tuia, Monaco, Popescu; Odjer, Ricci, Zito (21’p.t.Minala); Kiyine; Bocalon (18’s.t.Rossi), Rosina. In panchina: Russo, Asmah, Schiavi, Vitale, Akpa Akpro, Signorelli, Di Roberto, Palombi, Iliadis. Allenatore: Colantuono
Arbitro:  Sig. Balice
Spettatori:  6.000 circa . Ammoniti: Canini, Camara, Piccolo (C)  Bocalon, Odjer, Rossi, Radunovic (S). Espulso: Popescu Angoli: 6 – 5. Recuperi: 2′ pt – 5′ st

Commenti

Medico, socialmente attonito e disadattato. Osservatore non distaccato. Settario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *