L’ultimo treno

È tutto vero. Forse.

Era un problema di pressione, se è vero che si è dovuto svacantare l’Arechi perché la Salernitana tornasse alla vittoria. Chè persino i 6601 ufficiali sono sembrati di più di quelli effettivi.

Come sia, giù la pressione, su la classifica. La più bella dell’era Gregucci.
Si chiudono i conti con la Cremonese, scesa in campo con dei codici a barre sulla maglietta, gli stessi codici che trovi sulle confezioni dei sofficini.
E si chiudono pure i conti (antichi) con lo scafatese Rastelli, che si farà la valigia da allenatore lì dove ci ha fatto piangere da calciatore.
Certo, sarebbe fastidioso se adesso richiamassero quell’altro, ma, insomma, tutto non si può avere.

Il dato, clamoroso, è l’ingresso in tromba nei playoff bassi.
Ancora lontani quelli alti, ma dopo il Bentegodi si paventava altro.
Anche dopo il lato A di questa gara, in verità. Ma le sensazioni sono fatte pure per essere smentite.
La prova è la rete di Minala, venuta nella ripresa dopo aver fatto rimpiangere il congedo parentale di Odjer.
La prova, ancora, sta nei tre punti arrivati, di nuovo, con sette defezioni tra temporanee, disciplinari, definitive (temo, alcune).
Ma questo è il dato.

La vittoria domestica che arriva dopo mesi due è, probabilmente, l’ultima chiamata utile per raddrizzare una stagione finora incolore.
Chi comanda il vapore (immagino informato della lieta novella sugli spalti dell’Olimpico) ha, adesso, un bivio davanti.
Andare avanti con 5000 tifosi sugli spalti e col centinaio superstiti di ammiratori del management. O chiedere scusa, in maniera approfondita e convincente, e dare l’anima sul campo e dietro le scrivanie per andare in serie A.

Altri treni non credo passeranno, tocca, a tutti, prendere questo.

Salernitana-Cremonese 2-0 
Marcatori: 16’ st Minala, 23’ st Jallow (S)
SALERNITANA: Micai; Pucino, Migliorini, Mantovani; D. Anderson, Minala, Di Tacchio (43’ st Mazzarani), Lopez; A. Anderson; Calaiò (31’ st Odjer), Jallow (38’ st Djuric). A disp. Vannucchi, Lazzari, Gigliotti, Marino, Memolla, Schiavi, Orlando. All. Angelo Gregucci.
CREMONESE: Agazzi; Del Fabro(26’ st Strefezza), Claiton, Caracciolo; Mogos, Emmers (33’ st Croce), Arini, Soddimo, Renzetti; Piccolo; Strizzolo (15’ st Carretta). A disp. Ravaglia, Volpe, Rondanini, Migliore, Castagnetti, Boultam, Mbaye. All: Massimo Rastelli.
ARBITRO: Sig. Lorenzo Illuzzi di Molfetta (Rossi/Bercigli) IV uomo: Fourneau
NOTE. Marcatori: 16’ st Minala, 23’ st Jallow (S); Ammoniti: Calaiò, A. Anderson, Odjer (S), Strizzolo, Piccolo, Soddimo (C); Angoli: 10-4; Recupero: 1’ pt, 5′ st ; Spettatori: 6601 (?) di cui 39 da Cremona.

Commenti

Medico, socialmente attonito e disadattato. Osservatore non distaccato. Settario.