L’ora dorata

I fotografi la chiamano “ora dorata”. Viene prima del tramonto, la luce è morbida, i colori caldi, le ombre lunghe. #SALPAL è andata in scena in un’ora così. E lo testimonia la foto della Sud che cita Billy Joel. La stagione della tripla cifra è iniziata così.

Ma il fermo immagine non racconterà l’umidità di quel giorno mitigata da occasionali refole che dubito siano arrivate a livello terreno di gioco.

La prima, dicono, serve per smaltire le scorie del ritiro ed affinare l’intesa. Per bypassare il problema il mister ne mette dentro sette che Rivisondoli non l’hanno vista neanche in cartolina. Una scelta senza opzione che pagheremo il giusto, chè la traversa della Sud non è neutrale nè matrigna. Tutto secondo i piani, almeno credo.

Perché nel lato B del match, tolti i festoni del primo giorno di scuola, via la luce dorata da cartolina, con le refole più significative, la Salernitana si gioca la partita “sporca” che, probabilmente, sarà specialità della casa. Di qui, si comincia finalmente e sportivamente a menare.

Empatici, i tifosi del Palermo si menano tra di loro. Entusiasta, il mister si fa sbattere fuori (anche questa consolidata abitudine). Poco altro, un rigore negato qui, un fuorigioco là.

Il sole si porta via l’oro lasciando qualche rimpianto (ci sono sempre quando non vinci) e il numero di un’affluenza finalmente potabile.

Lascio i Distinti guardando 3 bimbi ed una femminuccia. Alti un soldo di cacio, i maschi con la maglia di CR7, lei con quella di Dybala. Tifavano Salernitana, e speriamo che crescano presto, le maglie diventino strette e scelgano meglio quelle nuove. Dipenderà anche da quei ragazzi che oggi hanno impattato col Palermo. E che hanno tanta strada da fare, anche se la maratona è stata accorciata.

Salernitana – Palermo 0 – 0
Salernitana: Micai, Pucino, Vuletich (19’ st Jallow), Djuric (37’ st Bocalon), Di Tacchio (33’ st Di Gennaro), Casasola, Akpa Akpro, Schiavi, Castiglia, Migliorini, Perticone. All. Stefano Colantuono
Palermo: Brignoli, Bellusci, Rajkovic, Moreo (18’ st Haas), Trajkovski (33’ st Falletti), Salvi, Fiordilino, Szyminski, Mazzotta (30’ st Rispoli), Nestorovski, Murawski. All. Bruno Tedino
Arbitro: Eugenio Abbattista di Molfetta
Assistenti: Christian Rossi (sez. La Spezia) – Gianluca Sechi (sez. Sassari)
Ammoniti: Pucino (S), Di Tacchio (S) – Murawski (P), Bellusci (P)
Spettatori: 12979

Commenti

Medico, socialmente attonito e disadattato. Osservatore non distaccato. Settario.