La quaglia

La notizia della notte non sta nei castori senza diga, ma nella quaglia che non salta, come mille volte accaduto in passato.

Benvenuti, signori, in questo strano zoo che per comodità chiameremo Salernitana-Trapani.

Perché è vero che le partite non sono mai uguali, e neanche le prestazioni.

Ma la voglia matta vista a Benevento, in faccia alla capolistissima, avrebbe dovuto diventare selvaggia, in questo monday night.

La beata incoscienza doveva diventare fredda determinazione, stante l’odore del sangue proveniente da una zona promozione diretta da avvicinare definitivamente.

Al cospetto di un Trapani che dal Benevento distava punti 35. Giova ricordarlo, l’anno scorso ne facemmo 38 in un campionato intero.

Un Trapani guidato da castori ma senza dighe.

Un Trapani sotto dopo 12’, con Đurić che, a proposito di Sanremo, si esibiva in una cover dei Pooh, “Uomini soli”.

La missione si compie con patemi, non conterebbe altro.

Se non il legittimo interrogativo: speculativa è diventata questa squadra, recente inquilina dei piani alti?

Non c’è, non ci può essere risposta certa.

Non stasera, non dopo essersi appena ripresi dall’affanno procurato dalla semplice apparizione di un fantasma del passato, quel Felice Evacuo che, col solo nome, etichettava inequivocabilmente una ripresa da dimenticare.

La notizia della notte non sta nei castori senza diga, ma nella quaglia che non salta, come mille volte accaduto in passato.

Si posiziona, benino, la Salernitana nella massa ancora indistinta di otto squadre in quattro punti che sognano di pescare il biglietto buono della riffa.

Non fallisce, insomma, il passettino in avanti richiesto.

Altro, da scrivere, non si può dire.

Di certezza, a voler sindacare, c’è la miscredenza di almeno ventimila fedeli, l’assenza del divertimento, proclama unico, recente e seriale della voce del padrone.

Che poco ha compreso che qui il divertimento poco c’entra, e neanche porta bene evocarlo.

Salernitana-Trapani 1-0
Marcatori: 12′ Djuric
Salernitana: Micai; Aya, Migliorini, Jaroszynski; Lombardi, Akpa Akpro, Dziczek, Maistro (55′ Kiyine), Cicerelli (73′ Lopez); Gondo (62′ Giannetti), Djuric. All. Ventura.
Trapani: Carnesecchi; Pirrello, Strandberg, Scognamillo; Kupisz, Luperini, Taugourdeau, Coulibaly (77′ Colpani), Del Prete (45′ Grillo); Pettinari, Piszczek (62′ Evacuo). All. Castori.

Commenti

Medico, socialmente attonito e disadattato. Osservatore non distaccato. Settario.