Il Fattore

Paghiamo due volte per aver consentito a questo management di arrivare a Pescara. Chè squadre scarse ne ho viste, massacrate dal palazzo pure. Imbelli così,MAI.

Non ci dovevamo proprio essere, abbiamo rischiato di rimanerci.

E neanche è sicuro, perché la beffa potrebbe venire dai Tribunali.

La non-notizia, proveniente da questo posto maledetto, è che la Salernitana non c’è, come ormai da mesi. Salta tutto, dal rigore di Domizzi con gli avversari di oggi. Saltano pure le convinzioni, chè il Padova, e in parte anche il Carpi, tappeti rossi non ne hanno stesi.

Io? Io da questa gabbia fottuta, con un’aria condizionata che mi massacra la cervicale, l’ho vissuta come sotto anestesia, chè neanche le urla arrivavano distinte. Forse perché le urla non erano le nostre.

E quanto mi sono sentito miserabile a tifare per il Verona negli ultimissimi minuti. Una prostituzione che, magari, un giudice mi farà pagare due volte.

Due volte, noi paghiamo sempre due volte.
Lo facciamo quando, sui campi nemici, ci sbattono in faccia il nome, i presunti rapporti di una proprietà che in casa ci mortifica.
Con gli insulti, con le regole.
Raccomandati per altri, succubi a casa nostra.

Paghiamo due volte per aver consentito a questo management di arrivare a Pescara.
Chè squadre scarse ne ho viste, massacrate dal palazzo pure. Imbelli così,MAI.
Senza leader in campo, chè leader per statuto non ci devono essere.
Senza un modulo di gioco, da quattro lunghissimi anni.
Senza occhi del padrone ad ingrassare il cavallo.

Lasciato, oggi tutti possono vederlo, nelle mani di fattori non capaci.
Che hanno speso mediocremente il loro tempo a nascondere il cavallo stesso, a dragare i social per tamponare la sacrosanta lamentela di chi non aveva chiuso gli occhi.
Consentendo, invece, che il cavallo pubblicasse le storie su Instagram mentre si allenava.

E che, potete starne sicuri, scaricherà colpe mentre fugge, lontano.
Retrocede stasera la tifoseria e la stampa che ha tifato per Presidenti e dirigenti, per il posto sicuro.
La Salernitana, almeno nel momento in cui premo il tasto “invio”, non ancora.

PESCARA-SALERNITANA 2-0
Marcatori: Bettella 78′, Ciofani 90′
PESCARA: Fiorillo; Balzano, Bettella, Scognamiglio, Pinto (85′ Ciofani); Crecco (63′ Bruno), Brugman, Memushaj; Marras (79′ Antonucci), Mancuso, Sottil. Allenatore: Pillon
SALERNITANA: Micai; Casasola, Migliorini, Mantovani, Lopez; Odjer, Di Tacchio; D. Anderson (81′ Rosina), A. Anderson (61′ Mazzarani), Jallow; Djuric (75′ Calaiò). Allenatore: Menichini
Arbitro: Nasca di Bari


Commenti

Medico, socialmente attonito e disadattato. Osservatore non distaccato. Settario.