Gnummazzo

Innanzitutto, scusate per la giornata primaverile, chè ieri stavamo ancora col cappotto, domani dice che pioverà. Ma oggi, che bella giornata oggi. Quevede e l’Ecuador sono lontani, e nonostante stia a qualche chilometro da qui la Cabezas duole assai. E se il derby di andata ha cambiato, per sempre, il corso della storia infinita tra noi e loro, questo derby ci proietta nel futuro, cinque anni avanti. 2023 due/zero due/tre, chiamate Avellino.

Costante, tra le due partite, quel residuo pesante sullo stomaco, denominato “gnummazzo” che in terra irpina sigilla, e chissà per quanto tempo ancora, il sentimento calcistico popolare. E tuttavia, in questo momento inebriante, occorre mantenere senso di equilibrio e sportività, rendendo onore all’avversario. Tutto sommato abbiamo vinto con un autogol (con deviazione neanche tanto ininfluente) e capitalizzando uno svarione difensivo.

Che dolore indicibile, vincere un derby così. E per fortuna Zito ha fallito il penalty, altrimenti ci saremmo portati sulla coscienza le famiglie degli operai della Ceres costretta inevitabilmente alla chiusura. Nasce, spontaneo, un sentimento umanitario che mi porta a lanciare un’iniziativa benefica. Facciamo tutti una colletta per acquistare un pallone per il povero Molina, perché quello scostumato di Kyine ha visto bene di nasconderglielo per tutta la gara, fino al calcio (vigliacchetto e di frustrazione).

Del resto, oggi era il giorno. Chè Minala scomparso dopo l’andata, al ritorno è riapparso, e popolerà ancora per anni gli incubi degli altri. E nel giorno senza gol, Bocalon sfodera una prestazione epica, di un calcio che credevamo non esistesse più. Un sapore buono, che vorremmo conservare a lungo, ma oggi non è giorno di rimpianti.

È il giorno del Ringraziamento perché, al netto di quello che sappiamo, questo due/zero due/tre dal mio cuore non uscirà mai.

Commenti
Share

Medico, socialmente attonito e disadattato. Osservatore non distaccato. Settario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *