Giove

“Quos vult Iupiter perdere, dementat prius”.

Giove toglie prima la ragione a quelli che vuole rovinare.

Lo vede, esimio co-patron, a fare citazioni pseudo colte in latino siamo capaci anche qui, alla periferia dell’Impero.

E per questo l’errore di Micai passerà alla Storia.

A marchiare quale simbolo imperituro non questo Derby minore, ma questa stagione che doveva essere storica ed indimenticabile. Forse, l’intera sua gestione dal ritorno in cadetteria.

Le piacerà, forse, raccontare di fattori imponderabili.

La precederanno, sicuramente, tifosi di ogni tipo, operatori del settore che, a vario titolo, hanno fatto “all in” come si fa a poker senza avere le carte buone.

E che si lamenteranno del mazziere, non della loro imprudenza, avventatezza, in qualche caso rifiuto di descrivere la semplice realtà.

Fino a bruciarsi la terra che stava dietro, chiamandosi fuori dal novero di quanti, e sono la stragrande maggioranza, possono dirsi amanti disinteressati di questi colori.

In nome di questa cocciutagine si è preferito cercare un nemico interno, fare una chiamata alle armi, in nome di una bandiera tanto più amata da chi l’ha criticata, non da chi ha inteso nascondere la polvere sotto il tappeto.

Ora, sulla gestione fallimentare non credo vi sia dubbio.

E neanche dubito che un colpevole pronto uso si troverà. Sulla panca.

Ma, vede, caro co-patron, non ci sono più spifferi da tappare, ma crepe nel muro.

E il pallone, sa, a Salerno è fatto sociale.

E se la gestione tecnica (non dei numerosi allenatori, no) si è mostrata insufficiente, se la Proprietà a questa gestione si è legata a filo doppio, se persino le Istituzioni (con un sindaco novello tifoso che non mi pare fosse sugli spalti a mettere in pratica quanto predicato) a voi si sono legate, beh, vuol dire che meriterete di andare a casa. Tutti.

Salernitana-Benevento 0-1 
Marcatori: 49′ aut. Micai
Salernitana: Micai; Perticone (56′ Rosina), Gigliotti, Migliorini; Lopez, Di Tacchio, Minala (76′ Di Gennaro), Casasola; A. Anderson (78′ Calaiò), D. Anderson, Jallow. All. Gregucci.
Benevento: Montipò; Volta, Antei, Caldirola (85′ Tuia); Letizia, Buonaiuto, Del Pinto (80′ Viola), Crisetig, Improta; Coda (87′ Armenteros), R. Insigne. All. Bucchi.
Arbitro: Abbattista della sezione di Molfetta

Commenti

Medico, socialmente attonito e disadattato. Osservatore non distaccato. Settario.