Dlaczego

L’anno scorso di questi tempi “aspettavamo” un trentunenne che aveva fatto 60 presenze in A, ora “aspettiamo” un trentaduenne che ai massimi livelli ne ha giocate duecento

Adesso però, per cortesia, non estrapoliamo.

Ci hanno detto che non si può fare. Pena la gogna degli schiavuttielli.

Vietato pure avere memoria. Di ogni tipo, a lungo e breve termine.

Quindi verrà bacchettato sulle manine l’incauto che dovesse sfogliare l’almanacco per rilevare che, alla nona dell’anno scorso, i punti ed i gol erano uno in meno, la classifica la stessa.

La storia, odierna, sarà diversa per forza di cose.

Perché siamo giovani, ora, e pecchiamo di gioventù, come si è visto con la cattiva autogestione del ventottenne attaccante precauzionalmente tirato fuori dopo la rifinitura.

E poi, l’anno scorso di questi tempi “aspettavamo” un trentunenne che aveva fatto 60 presenze in A, ora “aspettiamo” un trentaduenne che ai massimi livelli ne ha giocate duecento.

Tutta un’altra storia, diciamolo.

Che poi, ad avere la memoria lunga ci si fa male.

Arricchendosi di nuovi ricordi. Intendo, avendo visto Troise metodista con Agostinelli, Fusco mediano con Zeman, Pestrin centrale difensivo con Menichini, è capitato oggi di vedere Odjer trequartista.

Per carità, stante l’indisponibilità di Kiyine e Maistro, ci ha guidato l’emergenza.

Ora però, malridotti come siamo in questa triste Città, corre l’obbligo di precisare scrivendo.

Non esente da colpe, non è a mr. Libidine che sto scrivendo.

A scanso, è con i responsabili del palinsesto che la tengo.

Vedete, essendo che l’età avanza, io ero abituato che le repliche dei programmi TV ai tempi miei le facevano d’estate. È pur vero che con le stagioni non ci si capisce più niente, ma nel mondo reale dove vivevo, tra ottobre e novembre andava in scena il meglio. Adesso, come da anni, regoli l’orologio sulla serialità di eventi, dichiarazioni, risultati.

Mi pare che in tanti, insieme a me, abbiano smesso di chiedere: «Perché?»

Forse potrebbe chiederlo un ragazzo polacco, «Dlaczego?» mi pare si dica.

Ma forse non lo chiede neanche lui, ché il suo orizzonte è altrove.

Commenti

Medico, socialmente attonito e disadattato. Osservatore non distaccato. Settario.