Cosa Vostra

Scrivo mentre sento parlare di silenzi stampa, di dirigenti in fuga.

Abituato come sono a dare massimo ascolto a chi parla, mi ricordo quando lo stesso dirigente diceva che bisogna parlare quando le cose vanno male, non quando vanno bene.

Si vede che le cose vanno benone.

Si avvicinano, lo diceva Luca Cupiello, queste feste ricordevoli… E allora ci rinuriamo, ci nuriniamo… Ci uriniriamo…

Insomma, non capisco cosa si pretenda da questa Società quando la si accusa di non porre attenzione a tradizioni e ricorrenze. A me, pare invece sia attentissima, a me.

Ad esempio, si conferma pienamente la tradizione che ci vede sconfitti in quel di Carpi.

Fa niente che il Carpi di oggi non si può guardare, fa niente che non vinceva da trecento giorni.

Le serie negative finiscono. Vedrete, malfidenti, che pure Bernardini ritornerà in campo a dare manforte. Entro il 2021, sicuro.

Sconfitta è stata, addolcita da una mini remuntada buona per allontanare il fastidio di un 3-1 seriale e per dire, che in fondo, i rinforzi li teniamo in casa e saranno decisivi. Entro il 2019.

E la mini remuntada serve pure per far capire, a chi ancora non vuole, che la Salernitana fa gol quando il mister dalla panca smette di parlare.

E quanto alle restanti tradizioni, basta cliccare su diretta.it per certificare che, anche quest’anno, quando le temperature scendono scende pure la Salernitana.

Nuovamente, allenatori sfaccendati e dai nomi che fanno accapponare la pelle si trovano casualmente a passare negli stadi che ci vedono impegnati.

Casualmente, noncuranti di freddo e distanze.

Anche quest’anno è il periodo delle decisioni forti. La U.S. Salernitana resterà senza cena/e.

Dispiace. Ma che tirava aria brutta bisognava capirlo quando abbiamo visto che sull’alberello la pallina con Colantuono non ci stava.

Fatti loro, se quando e dove si terranno cene conviviali. A noi, ci fa male la testa, a noi.

Si pensi a fare i fatti, dove cenerete e con chi non sono affari nostri, è Cosa Vostra.

Carpi-Salernitana 3-2
Marcatori
: 45′ Pasciuti (C), 59′ Concas (C); 80′ Vano (C), 86′ Casasola (S), 89′ Rosina (S)

Carpi: Piscitelli; Pachonik, Sabbione, Poli, Pezzi; Jelenic, Di Noia, Pasciuti (83′ Mbaye), Concas (73′ Buongiorno); Machach; Arrighini (80′ Vano). All. Castori.
Salernitana: Micai; Perticone, Schiavi, Gigliotti; Casasola, Akpa Akpro (83′ Palumbo), Di Tacchio, Mazzarani (61′ Rosina), Vitale; Jallow (55′ Bocalon), Djuric. All. Colantuono.
Arbitro: Massimi di Termoli

 

Commenti

Medico, socialmente attonito e disadattato. Osservatore non distaccato. Settario.